etsy

Specchio Lewis e Spedizione Gratuita

07:00


Entriamo nel mese di maggio con due grandi notizie!
La prima è che abbiamo deciso di farvi un regalo, la spedizione gratuita su tre prodotti della collezione Palindrome: l'Alfabeto da muro, il gioco da tavolo Meteropatici ed il nuovo arrivato, lo Specchio Lewis.


La seconda notizia è la presentazione di uno dei nuovi prodotti di quest'anno: lo specchio Lewis che, come avrete intuito dal nome, è proprio un omaggio a Lewis Carroll.

La struttura dello specchio è in cartone alveolare riciclabile al 100%, abbiamo preferito allo specchio tradizionale il metracrilato, questo perché mantiene intatte le qualità della brillantezza e della riflessione, ma a differenza dello specchio è un materiale infrangibile, quindi meno pericoloso e più adatto ad essere maneggiato anche dai bambini. 
La particolarità dello specchio Lewis è che, l’orecchia piegata diventa un comodo appendino per collane, braccialetti, o quel che più vi piace. 
Volete sapere qualcosa di più sullo specchio Lewis?
Scopritelo sul nostro shop

alisanna

BRICIOLA NUMERO 5 - ALISANNA

07:00



Abbiamo conosciuto Annalisa Benvenuto, in arte Alisanna, in occasione del Weekendoit di Ancona, poi l’abbiamo incontrata ad alcuni market in Romagna e ciò che ci ha colpito subito di lei, come persona, è stato il tono della sua voce.
Ti trasmette subito un senso di quiete, benessere che riesce a comunicare anche nelle sue creazioni sia in ceramica
che in filo di ferro. La sua produzione è al contempo poetica, ironica ed essenziale e i toni di colore che utilizza sono sempre ben equilibrati. Le sue gabbiette in fil di ferro ci portano in un atmosfera sognante, i piatti in fil di ferro e ceramica sono talmente ben ideati e realizzati che ti lasciano a bocca aperta, le collane vegetali in ceramica sarebbero tutte da collezionare. Se non conoscete Alisanna vi consigliamo di non perdervi i suoi lavori e di leggere cosa ci ha raccontato. 



Alisanna - work in progress
Raccontaci qualcosa di te e del tuo lavoro
Mi chiamo Annalisa e sono di Pesaro, ma vivo a Misano Adriatico, un paese della provincia di Rimini. Creo sculture in filo di ferro e ceramica ed oggetti per la casa ed il giardino. Ho avviato il mio brand con il nome di Alisanna (un gioco di anagramma del mio nome), sperimentando prima la ceramica e poi in seguito il filo di ferro.

Il tuo percorso di studi? Contemplava anche la ceramica?

Può sembrare insolito, ma l’approccio vero con la ceramica l’ho avuto tardi dopo la fine degli studi, anche se l’ho avuta sempre sotto gli occhi! Mi spiego meglio...Il mio primo incontro con l’argilla è stato nel periodo dell’infanzia, nella bottega di mio nonno vasaio di Montefiore Conca. Era un gioco, una scoperta legata anche a quel luogo, ma poi in seguito, nel periodo degli studi artistici, l’avevo quasi dimenticata, I miei interessi all’epoca erano indirizzati allo studio dell’illustrazione, del cinema d’animazione e a sperimentare altri materiali. Qualche anno dopo la fine degli studi, la ceramica ha preso inaspettatamente posto nella mia vita e ho deciso di imparare le tecniche praticate da mio nonno.

Raccontaci una tua giornata tipo

Cerco di svegliarmi presto ed uscire dalla  mia zona di comfort alle 6:30. Mentre faccio colazione guardo i messaggi e le mail arrivate e pubblico o condivido mie foto se ho qualcosa da raccontare. Dopo le incombenze domestiche, alle 9:30 comincio con il lavorare i manufatti. Da quel momento cerco di non guardare più il telefono e tirare fino a pranzo. Dopodiché riprendo fino alle 18:00. Preparo i pacchi se ci sono spedizioni, rispondo ai messaggi arrivati e poi stacco per dedicarmi a film e letture.



Quali sono gli strumenti che ti aiutano quotidianamente a gestire la tua attività?

Mi piace ritrovare la gestualità e l’uso delle mani anche quando scrivo e quindi quando posso, uso un planner cartaceo per segnarmi appuntamenti, impegni, pensieri e qualche idea disegnata lampo. Ma quando sono fuori casa e non ho carta e penna con me, trovo molto utile Evernote. Per piccoli progetti grafici uso Canva (fantastico!) e Picmonkey per modificare le foto.

Qual è la parte più creativa e quella più noiosa del tuo lavoro?

Il momento della sperimentazione, delle prove di un nuovo progetto, è decisamente la parte più divertente del lavoro. La parte più noiosa è disallestire il mio spazio espositivo durante gli eventi a cui partecipo. Sembra di dover fare dei piccoli traslochi ogni volta!

Ti consideri una sperimentatrice?

Se si intende per una tendenza a non rimanere confinati in una certa pratica o ad uno status, mi sento a pieno una sperimentatrice! Anche se so che questo non aiuta a rendere riconoscibile un brand. Cerco di essere coerente con quello che propongo, ma i miei desideri mi portano a sperimentare anche nuovi materiali e tecniche che possono interagire con i materiali che già uso.

Un aggettivo che ti rappresenta

Visionaria



Il complimento più bello che hai ricevuto

Qualcuno un giorno mi disse che ero riuscita a rappresentare attraverso il manufatto, l’idea che aveva in mente. E questo per me fu una grande soddisfazione e un grosso complimento.

E il peggiore? Come l’hai presa?

Non ho ancora ricevuto delle critiche forti, se non molte critiche costruttive e consigli. Devo migliorare molto il mio approccio con le persone e raccontare più apertamente il mio lavoro.

Sogni nel cassetto?

Un sogno grande? Poter realizzare con le mie sculture in filo di ferro e ceramica, una vetrina per una casa di moda :D

Sogni fuori dal cassetto e che sei riuscita a realizzare

Essere stata scelta come tutor per i workshop di filo di ferro! Insegnare e trasmettere le mie competenze è una bella ed appagante esperienza!



Da bambina come e cosa immaginavi di diventare?

Ricordo vagamente di voler essere altrove, in un posto caldo a fare l’archeologa o l’esploratrice... O diventare attrice. Mi piaceva costruire storie ed interpretarle con mia sorella! XD Ma troppo timida per arrivare a provarci sul serio!

Da cosa trai ispirazione?

Dal gioco, dal pasticciare a mente libera con l’argilla, dal fare collage con la carta, dal raccogliere elementi diversi tra loro e poi accostarli, dal disegnare liberamente....E dalla natura. Credo che l’ispirazione nasca proprio quando ti diverti ed apri i tuoi canali interiori.

Luogo del cuore?

La bottega di mio nonno e i luoghi ed i paesini del San Bartolo, vicino alla zona dove abito.



Cosa ascolti mentre lavori?

Mi accorgo che quando progetto o faccio ricerca tendo a rimanere nel silenzio. Ma quando il lavoro si fa più automatico, ascolto i programmi di Radio3: Ad Alta voce che mi permette di ascoltare romanzi letti da attori e Sei Gradi per conoscere cantanti e musicisti a me sconosciuti.

Consigliaci un libro
Vi consiglio un libro illustrato per bambini che mi ha rapito: Re Tigre di James Thurber con le fantastiche illustrazioni di Joohee Yoon, per Orecchio Acerbo, stampato nel laboratorio ELSE. La storia semplice e divertente di un tigre con la voglia di rinnovamento che si autoproclama il re della foresta, e coalizza un gruppo di animali, portandoli a scontrarsi con il reggente re Leone. Alla fine di una guerra violenta rimarrà solo il tigre re di se stesso. Un libro con una morale ,ma anche ricco di umorismo vedrete! Il libro è già di per sé bello da tenere in mano con le illustrazioni stampate in serigrafia, il formato e la copertina cartonata tipica di questa casa editrice e le illustrazioni bellissime di due colori contrastanti, il rosso vermiglio ed il turchese che raccontano il dinamismo della storia.

Sogni una collaborazione? Se si con chi?

Mi piacerebbe collaborare con cretivi delle più svariate categorie! Un flower designer per esempio...sarebbe bello creare un binomio scultoreo di filo di ferro e materiale vegetale.



Progetti per il futuro?

Continuare a sperimentare e a realizzare le nuove idee per cercare di rendere più forte l’impronta del mio progetto.

Come commercializzi i tuoi prodotti?

Con il passaparola, gli eventi espositivi, dove posso avere il contatto diretto con le persone e lo shop on line su Etsy.

Hai qualcosa da dire a chi sta cominciando ad avviare il proprio percorso lavorativo nel campo dell’autoproduzione e dell’artigianato?

Prendere consapevolezza che intraprendere un percorso creativo richiede tantissimo impegno e che i risultati sono lenti ad arrivare. Ma se credete veramente al vostro progetto, lanciatevi! Credete soprattutto in voi stessi, vi servirà. Cominciate a fare ricerca e studiate tanto per essere competitivi e trovare la vostra personale idea. 

Alisanna sarà presente così come Palindrome alla tredicesima edizione del Matrioska Lab Store di Rimini dall'11 al 13 Maggio. Potrete anche partecipare al workshop di Filo di Ferro Volatile che si terrà il 12 Maggio dalle 10:00 alle 12:30 all’Accademia di Matrioska Lab Store.
Per info e prenotazioni: accademia[at]matrioskalabstore.it

Trovate Alisanna su: Facebook, Instagram oppure sul suo bellissimo shop etsy.

Se sei un artigian*, lavori con testa e mani, vorresti farci conoscere la tua realtà e magari partecipare alla nostra rubrica puoi taggare su instagram uno dei tuoi progetti e inserire l'hashtag #quasibriciole. Saremo felici di visionare i tuoi lavori e conoscere il tuo brand, sarà nostra premura contattarti per un approfondimento qualora lo ritenessimo nelle nostre corde.

market

Matrioska Lab Store

10:46



A noi fa tanto piacere tornare a Rimini al Matrioska Lab Store! Non siete mai stati? Vi consigliamo di visitarlo al più presto, è un market tra i più belli e variegati ai quali abbiamo partecipato. Questo Matrioska #13, L'energia di Tesla. Il fulmine del Duca, propone duemila metri quadrati di magazzini in disuso, uno spazio dove produrre meraviglia, sarà anche l'occasione per visionare e toccare con mano la nostra nuova collezione. Noi non vediamo l'ora di rincontrare vecchie conoscenze e scoprire nuove realtà. Quindi dall'11 al 13 Maggio ci vediamo al Matrioska Lab Store a Rimini!
-------------------------------------------------------------------------------------------
MATRIOSKA LABSTORE
presso lo spazio Ex-ENEL, Via Destra del Porto 57, Marina Centro – Rimini

Orari:
Venerdì 11 maggio dalle 17 alle 22
Sabato 12 maggio dalle 10 alle 22
Domenica 13 maggio dalle 10 alle 22
-------------------------------------------------------------------------------------------

maggio

Mixtape - maggio, picnic

06:30

L'immagine è tratta dal film Picnic at Hanging Rock di Peter Weir (1975)
Per noi aprile è stato un mese intensissimo, per questo il mixtape di maggio lo abbiamo pensato a tema picnic, perché speriamo di farne tanti... voi ne farete? Qual'è il luogo preferito per i vostri picnic? Di seguito la playlist con cui realizzare il cestino per il picnic perché, per quanto ci riguarda, quando siamo stese sull'erba ci piace ascoltare e fare la carica dei suoni della natura...

Popular Posts

Like us on Facebook